fbpx Skip to content
materiali di riciclo per l'edizia

Materiali di riciclo per l’edilizia

Sarà l’effetto Greta Thumberg, sarà che stiamo pian piano acquistando sempre maggiore coscienza ambientalista, fatto sta che la svolta green e zero waste è sempre più presente nelle scelte quotidiane di ognuno di noi. Anche nel settore edilizio questa spinta verso l’eco sostenibilità si fa sentire. Noi di Emiliano Arredamenti ci crediamo fortemente; per questo oggi vogliamo parlarvi dei materiali di riciclo per l’edilizia. Ma è davvero possibile costruire edifici con materiali riciclati? Si, senza dubbio. Leggete l’articolo per scoprire come!

Materiali di riciclo per l’edilizia: l’importanza di una scelta consapevole

Non solo prodotti per l’igiene personale e della casa, abiti usati e (ri)messi a nuovo o giocattoli realizzati con materiali di scarto.

Oggi si può anche costruire un’intera casa in maniera più sicura e più attenta all’ambiente.

L’edilizia moderna si sta affacciando infatti con sempre maggior convinzione verso l’uso di strumenti e materiali in grado di renderla uno degli assi portanti dell’economia verde globale, riducendo il suo impatto ambientale e creando nel contempo opportunità occupazionali e di business.

materiali di riciclo per l'edizia

Ad affermarlo è nientemeno che Legambiente, attraverso un importante documento sull’edilizia green: il Rapporto dell’Osservatorio Recycle, realizzato in occasione di Ecomondo, una delle più note fiere internazionali della green economy.

Anche noi di Emiliano Arredamenti crediamo fortemente in questo progresso eco-friendly e ne abbiamo già parlato in questo articolo.

Quali sono i materiali riciclati più utilizzati in bioedilizia?

Vi sono diversi materiali riciclabili molto usati nella bioedilizia.

Esaminiamo un elenco non esaustivo dei principali materiali che vengono utilizzati per un’edilizia bio sostenibile.

Parquet in legno

Materiale naturale che viene ricavato dalla parte più resistente del tronco e dei rami degli alberi .E’ un materiale con una struttura complessa, non omogenea ed anisotropa; Ha buone caratteristiche di bio-compatibilità, di durata , e risulta un ottimo isolante termo –acustico ; deve risultare privo di marciumi, grandi tasche di resine, tarlature o gallerie di insetti. Deve provenire esclusivamente da piante a coltivazione controllata e non da foreste primarie.

Caucciù

Materiale naturale ricavato dal lattice dei tronchi di piante equatoriali, in particolare da Hevea Brasiliensis. Si ottiene incidendo i tronchi, prelevando il lattice e coagulandolo con l’aggiunta di un acido inorganico; attraverso un successivo trattamento di vulcanizzazione viene reso elastico e con possibilità di essere utilizzato in vari settori.

Bambù

Erba perenne che cresce fino ad massimo di 35 metri con un ritmo di crescita rapido. Materiale duro ed elastico , si rigenera in appena 3 anni. Il bambù è dotato di straordinarie proprietà fisiche che permettono di utilizzarlo in edilizia per la realizzazione di strutture anche molto complesse. Essendo vuoto all’interno è leggero e pertanto facile da trasportare e maneggiare.

Sughero

Viene utilizzato come sughero espanso, naturale, in granuli, autocollato mediante un processo di espansione dei granuli che permette la fuoriuscita della suberina . Inattaccabile da parassiti e muffe, ha un’alta resistenza al fuoco ed all’acqua, è leggero, elastico e riutilizzabile.

Fibra di lino

Materiale naturale ricavato dal lino e successivamente lavorato per realizzare materassini. E’ poco infiammabile.

Quali sono i vantaggi dell’utilizzo di materiali riciclati nelle costruzioni

Scendendo nel concreto, quali vantaggi vi sono per le imprese edili e per i consumatori finali dall’utilizzo di materiali riciclati? Non si tratta solo di dare voce alla nostra coscienza green (pur fondamentale): si parla di vantaggi economici non indifferenti ed di grande impatto a livello globale.

  1. Aumento dell’occupazione nel settore, sia per le attività imprenditoriali che in termini occupazionali, data la nascita di filiere specializzate
  2. Decisa riduzione dell’emissione di gas serra. Come si legge nel documento predisposto da Legambiente, infatti, “aumentando la quantità di pneumatici fuori uso recuperati e utilizzati fino a raddoppiarla al 2020, diventerebbe possibile riasfaltare 26.000 km di strade. Il risparmio energetico ottenuto, considerando che non si userebbero più materiali derivati dal petrolio, sarebbe di oltre 400.000 MWh. Ossia il consumo in più di due anni di una città come Reggio Emilia, con un taglio alle emissioni di CO2 pari a 225.000 t”
  3. Sensibile riduzione dei prelievi dalle cave. È stato calcolato che, se entro il 2022 si arrivasse ad un uso di almeno il 70% di edifici con materiali riciclati, si potrebbe fermare del tutto l’attività di produzione di almeno 100 cave di sabbia e ghiaia per un intero anno.

Decisamente interessante!

Materiali riciclati per l’edilizia: alcuni esempi concreti

Facciamo una rapida panoramica di alcuni edifici molto noti, realizzati interamente (o quasi) con materiale edilizio riciclabile. Ne resterete esterrefatti!

Il GRAB di Roma (Grande Raccordo Anulare Biciclette)

Inaugurato di recente lungo il Lungotevere Oberdan, il primo tratto del progetto è stato ripavimentato con asfalto green e tecnologico, studiato ad hoc per le piste ciclabili.

Mentre infatti la precedente pavimentazione era sconnessa e molto pericolosa, il nuovo tratto è stato sostituito con asfalti e additivi di ultima generazione, che hanno permesso di utilizzare per oltre metà materiale proveniente dal riciclo.

Juventus Stadium di Torino

Il nuovo tempio della principale squadra di calcio italiano è stato realizzato utilizzando tutto il materiale dismesso del precedente stadio “Delle Alpi”. In particolare:

  • 40.000 metri cubi di calcestruzzo, frantumati ed utilizzati come sottofondo del rilevato strutturale del nuovo impianto;
  • 5.000 tonnellate di acciaio;
  • 2.000 metri quadrati di vetro;
  • 300 tonnellate di alluminio.

Il risparmio così ottenuto si aggira intorno ai 2 milioni di euro

Complesso residenziale EA8 di Bolzano

Questo nuovissimo complesso residenziale è composto per oltre il 20% dai cosiddetti “mattoni ricilati”, ossia costituiti da materiale laterizio composto per almeno il 10% da materiale riciclato su peso totale del prodotto

Autostrada del Brennero a Reggio Emilia

Anche il tratto di autostrada che passa da Rolo (RE) è stato interessato da un intervento di restauro con materiali green.

Come sempre, per qualsiasi consiglio su come utilizzare materiali riciclabili per le vostre realizzazioni edilizie, o semplicemente efficientare la vostra casa per una minore dispersione termica ed una migliore resa ambientale, non esitate a contattarci!